sabato 19 gennaio 2013

Crimini generati dall'odio

Questo è un post che avevo in cantiere per il mese prossimo. Ho deciso di pubblicarlo ora perché ho letto un tweet scritto da Nicola Lecca ( autore del nuovo romanzo "La piramide di caffè") che mi ha spinto ad anticiparlo (grazie Nicola!). Nicola ha ricordato la storia di un ragazzo cileno di ventiquattro anni che è stato torturato e ucciso perchè gay. Quel ragazzo si chiamava Daniel Zamudio. Inoltre, in questi giorni, ho finito di leggere un libro che si intitola "SEND" scritto da Patty Blount, senza parlare poi del fatto che molti avvenimenti di storia recenti, hanno fatto crescere in me l'attenzione sull'argomento dell'odio e del bullismo.
Il mio scopo con questo blog è di cercare, attraverso la lettura, di riuscire a conoscere meglio alcuni argomenti.Quando leggiamo un romanzo, entriamo nella vita dei personaggi inventati dai vari autori sin dalla prima pagina. Viviamo le loro storie come se fossimo noi i protagonisti (perchè siamo noi a leggere il libro), quindi, a far vivere la storia nella nostra mente, utilizzando la nostra immaginazione. Se ci pensate bene, i personaggi che ritroviamo nelle nostre letture, vengono utilizzati come se fossero degli attori, pronti ad interpretare un ruolo diretto da chi, il libro l'ha scritto. Proprio come un regista in un film dirige i vari personaggi che interagiscono sul set. Ricordiamoci sempre che nei film, la storia, qualcuno l'ha dovuta scrivere prima di vederla trasformare in pura "fiction"!
Quante volte ci siamo emozionati attraverso un libro o un film? Non so voi, ma io, infinite volte.
Perchè ho detto questo? L'ho detto per farci capire quante storie e personaggi potremmo essere, vivere. Dobbiamo smettere di cercare di passare la nostra vita pensando che tutto ciò che è diverso da noi sia sbagliato o da mettere ai margini. Se riuscissimo a capire questo, guarderemmo gli altri sotto una luce diversa, vedendo in loro una risorsa per crescere sempre di più, invece che giudicare e marchiare.


Nel 1998 un ragazzo di nome Matthew Shepard veniva picchiato brutalmente e lasciato morire legato ad una staccionata al freddo, da solo. Matthew morì quattro giorni più tardi in ospedale a causa delle ferite subite nell'aggressione. Matthew è morto perchè gay. L'odio di chi ha compiuto un gesto tanto violento, è derivato dalla natura sessuale del ragazzo. 

La madre di Matthew, Judy Shepard ha scritto nel 2010 questo incredibile libro che, purtroppo, non sono riuscito a trovare in italiano. Il libro si chiama "The meaning of Matthew" ( su amazon lo trovate a €12,06 brossura, e kindle a €8,11) dove lei stessa racconta la tragedia che le ha sconvolto e cambiato la vita. Un libro scritto benissimo. Mentre lo leggevo avevo la sensazione di un'amica che mi stava confidando qualcosa di terribile che non riusciva più a tenersi dentro, io zitto, in silenzio, ad ascoltare.
La sua infanzia e gioventù, il suo matrimonio, l'arrivo di Matthew prima e del fratello dopo, la telefonata in piena notte, la corsa in ospedale, la morte del ragazzo e tutto ciò che ne segue, fanno della signora Shepard una nostra amica, che rimarrà tale per sempre.
Nei Link ( purtroppo in italiano non ho trovato nulla) che trovate nelle parole evidenziate potrete trovare maggiori informazioni e arricchire la vostra conoscenza sull'argomento se volete. Vi invito a farlo e vi chiedo di parlare dell'argomento a più persone possibili, credetemi, può essere d'aiuto anche solo parlarne.


Il libro che ho letto di recente, "SEND" (lo trovate su amazon a €6,83 brossura e formato kindle a €4,99), parla di un ragazzo che arriva in una nuova scuola, nella cittadina dove si è appena trasferito. Un giorno si trova ad aiutare un ragazzo vittima di bullismo, difendendolo da un loro coetaneo, finendo sotto i riflettori. Daniel, un nome che non gli appartiene e che nasconde un segreto, un segreto che non dev'essere svelato o sarà costretto a trasferirsi una seconda volta. La storia di un ragazzo che ha deciso di opporsi alla prepotenza di chi gioca il ruolo del più forte, perchè ne conosce bene le possibili conseguenze: anche Daniel era uno di loro.

Grazie a questo gesto, Daniel diventerà un piccolo eroe all'interno dell'istituto anche se, qualcuno sa che il suo vero nome non è quello che tutti credono e che non è l'eroe che difende i più deboli ma che il suo passato tornerà a fargli visita. Un passato con il quale il ragazzo dovrà fare i conti per tutta la sua vita. 


Ivan Cotroneo ha scritto "UN BACIO" (ad un prezzo minore su LaFeltrinelli a €8,07), libro che mi è piaciuto particolarmente. Ogni parola scritta è importante, non ci sono sprechi in questo racconto di un'intensità estrema.

Larry King viene ucciso da un suo compagno di liceo in California nel 2008. Questo fatto di cronaca ha ispirato l'autore, Ivan Cotroneo, che è riuscito, in queste novantuno pagine, a raccontare l'odio e la sua origine, attraverso gli occhi di chi ne è portatore e di chi ne sunirà la ferocia. 
Antonio ha male alla testa ogni volta che pensa a Lorenzo. Pensa che è sbagliato essere come lui e che lui non gli deve dare fastidio. Un giorno Lorenzo baci Antonio, che non dice nulla e scappa. Un atto violento, generato da un'inspiegabile odio, terminerà questo racconto, laciando una sola domanda in sospeso: perchè?

Sono andato a controllare sul vocabolario il significato della parola e questo è quello che ho trovato:
Bullismo, "comportamento da bullo da parte di un individuo o di un gruppo sociale"
Bullo, "giovane prepotente, teppista, che si mette in mostra con spavalderia. Spavaldo, sfrontato, prepotente".

Vi ricordo che i prezzi che ho segnalato sono aggiornati al momento della pubblicazione del post. Controllate per sicurezza i siti nominati per avere i prezzi giusti al momento che leggerete questo messaggio.

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...