martedì 16 aprile 2013

"The Hobbit", il film...

Ultimamente non vado moltissimo al cinema per varie ragioni: una è perchè lavoro quasi sempre di sera e quando non lavoro, nessuno sembrerebbe più interessato ad andare al cinema. Andare da solo...per ora non se ne parla, un blocco che devo ancora superare! ;-)

Sono un fan dei libri di J.R.R. Tolkien, "Il Signore Degli Anelli", per non parlare del loro formato sul grande schermo, DVDs che ancora custodisco con molta cura! Potevo, quindi, non vedere l'Hobbit? (uscita home video il 9 aprile 2013) Il libro non l'ho ancora letto ma oggi mi sono seduto in poltrona e, grazie a Sky, con solo €2,50 ho avuto la possibilità di vedere il film.

Tutto ha inizio con Bilbo Baggins che inizia a scrivere una lettera per Frodo, confessando di aver tralasciato qualche verità riguardo ai racconti dei suoi innumerevoli viaggi. Siamo al giorno della festa nel primo episodio della trilogia. Il vecchio Baggins, spinto da un'irrefrenabile bisogno di terminare il suo racconto, "sparisce" davanti a tutti e fugge, senza lasciar traccia di se. Ricordate?
Con questo film abbiamo finalmente la possibilità di sapere l'origine del ritrovamento dell'anello e della prima "compagnia" che si era instaurata nella Terra Di Mezzo.

 Il tempo si sposta 60 anni prima dell'inizio della trilogia così come tutti  la conosciamo. Gandalf si presenta a casa di un giovane Bilbo Baggins proponendogli un'avventura, troppo per chi, come un Hobbit, è radicato nelle proprie abitudini all'interno della Contea. Bilbo firma con i nani un contratto, dopo molti tentennamenti, prendendo parte all'inizio di un'avventura epica. Il regno dei "nani" viene distrutto da un arrivo inaspettato, un drago attirato dalle ricchezze accumulate dal re fa il suo ingresso devastante. All'esterno una sanguinosa battaglia che vede la ritirata dei nani e il loro vagabondaggio nella Terre Di Mezzo.

Quattordici uomini tra cui un mago ed un hobbit, partono alla ricerca e riconquista del loro regno attraverso mille difficoltà e cercando di districarsi nei labirinti di terreni ostili e dei loro abitanti. 

La cosa che più mi ha affascinato è sapere come, Bilbo era venuto in possesso dell'anello. Sotto una montagna delle Terre, la compagnia finisce in mano degli orchi. Bilbo viene attaccato da uno di loro mentre gli altri vengono fatti prigionieri e, nel duello, cadono nelle profondità di quel luogo oscuro. Semi nascosto e tramortito, Bilbo vede Gollum trascinare il corpo dell'orco in una caverna. Senza far notare alla strana creatura la sua presenza, nota che un anello è caduto da una piccola sacchetta appesa alla cinta di Smigol. Quest'ultimo, ignaro dell'accaduto ma accecato dalla fame, continua con il suo progetto "culinario". Tutto vi ricondurrà così alla prima puntata del "Signore degli Anelli" sottotitolata "La Compagnia dell'Anello"  se non anche alle "Due Torri", la seconda parte. Molti dei vostri dubbi verranno chiariti. 

Pur essendomi piaciuto molto, non l'ho trovato all'altezza dei primi tre. Quello che mi è piaciuto è la ricostruzione del "passato", dove tutto ebbe inizio, gli effetti speciali e il trucco. I colori sono ancora più cupi, penso per il fatto che quasi l'intero film, a parte un'escursione nella contea e nel regno degli elfi, è girato all'interno di caverne e montagne e quasi sempre sotto un cielo avverso e buio. 
Lo consiglio a tutti gli amanti della fantastica trilogia, che trovo seconda solo a "Star Wars", come genere fantastico e fondato su effetti speciali all'avanguardia. 

Titolo: Lo Hobbit
Autore: J.R.R. Tolkien
Pagine: Adelphi 417, Bompiani 342
Editore: Bompiani, Adelphi
Prezzo: Adelphi su amazon.it €9,35 brossura, Bompiani su amazon.it €9,35 brossura €8,99 e-Book























Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...