mercoledì 12 giugno 2013

Movie Time: "The Words"

Ieri sera mi sono goduto una serata sul divano,  stanco, di ritorno dalle fatiche del lavoro. Leggere non avrebbe portato nessun frutto e quindi ho optato per la visione di un film. La scelta si è posata, subito dopo averne letto la trama, su "The Words" (2012), che ad essere sincero non ricordo nemmeno d'aver visto nei cinema. Sempre il solito distratto! il talentuoso Bradley Cooper in questo film, diretto dal duo Brian Klugman e Lee Sternthal, interpreta un giovane scrittore che cerca di fare del suo meglio per vedere uno dei suo lavori finalmente pubblicato. Gli anni passano velocemente e scrivere non porta soldi  a sufficienza per poter pagare le bollette. Rory Jansen, questo il nome del protagonista, vive con la sua ragazza in un appartamento a Brooklyn, luogo meno costoso di Manhattan ma pur sempre impossibile da vivere con un solo stipendio. Stanco di dover chiedere aiuto al padre, per potersi permettere di dedicare tutto il suo tempo alla scrittura, decide di trovare un lavoretto fisso all'interno di una famosa casa editrice. Il fattorino non era certo la sua più alta aspirazione, ma gli dava la possibilità di poter entrare in contatto con qualcuno, che forse, un giorno, magari, sarebbe stato disposto a considerare i suoi scritti. Grazie ad uno stipendio fisso, Rory e la sua ragazza decidono di sposarsi. Il tempo passa senza portare novità per le aspirazioni di questo giovane scrittore che, senza nemmeno accorgersene, si ritrova in viaggio di nozze a Parigi. Luogo che, a sua insaputa,  segnerà per sempre il suo destino. Passeggiando per le strette vie di una delle città più romantiche al mondo, tenendo per mano la sua sposa, si ritrova in un piccolo negozio di cianfrusaglie d'antiquariato. L'attenzione del giovane turista si posa su una borsa di pelle morbida, perfetta per contenere il suo lavoro. La sua ragazza lo convince a comprarla e la porta alla cassa, non sapendo di regalargli più di un semplice oggetto da mercato delle pulci. Tornato a casa, un giorno, cercando di riporvi delle carte, nota la presenza di qualcosa al suo interno.

Una cartelletta  contenente delle pagine battute a macchina e ingiallite dal tempo. Rory non esita a leggerle tutte, pagina dopo pagina, appassionandosi così tanto da non riuscire a smettere di leggere, passando una notte insonne. Quella era la storia che avrebbe tanto voluto aver scritto lui, e non un perfetto sconosciuto. Una storia che lo tormenta fino a farlo dubitare del proprio talento di scrittore, tutto rafforzato dai continui rifiuti delle innumerevoli case editrici alle quali aveva spedito i suoi lavori. Un giorno tutto questo piattume cambia, infatti Rory conoscerà il successo grazie a qualcosa "scritto" da lui. Diventa così un vero e proprio caso letterario da milioni di copie, forte anche di una pubblicità degna di un genio della parola. La casa editrice crede in lui, così come la sua ragazza, ma nessuno di loro conosce il segreto di quel successo, un abisso nel quale una bugia lo farà precipitare.


La vita presenta sempre il conto da pagare, riprendendosi ciò che le spetta, senza scendere a compromessi.Questa storia comincia con uno scrittore (Dennis Quaid) mentre legge alcuni passaggi dalla sua ultima fatica, un romanzo che parla di un famoso scrittore che vive il suo momento di gloria, quando un giorno, incontra un vecchio (Jeremy Irons) che gli cambierà per sempre la vita. Una storia dal passato che trasformerà il presente. Un insegnamento che sembra scontato ma non lo è: "tutti facciamo delle scelte, non sempre è facile conviverci". Un film che parla di amore, ambizione, rimpianti, speranza, sogni, fallimento e scelte. Un concentrato di emozioni e vita vera come descritto nella pagina web del film che potete visitare clikkando qui!

Ho guardato questo film con un'attenzione continua, non ho mai trovato un momento per potermi distrarre dalle immagini. Gli attori sono stati tutti, senza esclusioni, bravissimi ad interpretare i propri ruoli, tutto sembrava vero, o quasi, fino a che non sono arrivato al finale. Un finale inaspettato e che vi lascerà a bocca aperta, pensanti, cercando di capire quella sottilissima linea di confine che separa la finzione dalla realtà.
Consigliatissimo, specialmente per tutti gli amanti della FICTION! Chi ha scritto la sceneggiatura ( i registi stessi ) meriterebbe un premio per la bravura e la creatività di un vero fuoriclasse se non genio della finzione! Se non avete visto questa notevole pellicola, vi consiglio di rimediare e di andare subito a prendere il DVD o di vederlo su Sky nella sezione "PRIMAFILA"  a sole €2,50 se avete l'abbonamento "cinema". Un prezzo non male direi, quindi, che aspettate? Se invece lo avete già visto mi piacerebbe sapere le vostre impressioni, mie/i cari lettrici/lettori accaniti di storie! Qui di seguito, per concludere in bellezza e farvi venire l'acquolina in bocca vi lascio il trailer del film in lingua originale. Nel caso non stiate leggendo con un pc e non doveste vedere nulla qui sotto se non uno spazio bianco...andate qui.


Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...