giovedì 11 luglio 2013

Recensione: "Sparire" di Fabio Viola

Ho comprato questo libro per caso. L'ho notato tra gli scaffali della libreria Mondadori di Milano, mentre facevo il mio solito giretto per dare un'occhiatina alle novità di quel periodo. Credo che fosse lo scorso Aprile, ma potrei anche sbagliarmi. Solitamente acquisto in libreria solo libri che veramente mi ispirano o dei quali ho sentito parlare in modo veramente positivo, altrimenti preferisco la scelta dei negozi on-line per risparmiare un po'. Prima di sedermi in poltrona e iniziare a leggere il romanzo, sono andato sul web a cercare qualche informazione in più sul suo autore, visto che era la prima volta che sentivo il suo nome. Mi è sempre piaciuto conoscere qualcosa in più degli scrittori dei romanzi che leggo, mi bastano giusto quelle due o tre righe in aggiunta alle note descrittive in quarta di copertina. Veniamo al romanzo ora, cercherò qui di seguito di mantenere una descrizione della storia senza dirvi troppo, senza entrare nei particolari. Vedrete che quando inizierete a leggere questo libro non riuscirete a smettere, girerete pagina dopo pagina fino ad arrivare all'ultima! Dopo averlo letto, fatemi sapere se ho ragione o no...
Ennio, il protagonista del racconto, si trova in Giappone. Da li a pochi minuti inizierà un colloquio di lavoro per cercare di ottenere un posto da insegnante di lingua italiana, in una delle scuole "on-line" più famose del paese. Ennio è un ragazzo che in vita sua non ha mai desiderato di lavorare o anche solo di cercarsi uno straccio di lavoro. Forse questo è il risultato del fatto che viene da una famiglia benestante che non gli ha mai chiesto di fare nulla. Ha sempre avuto quel che voleva. Nessuno sforzo. Elisa, la sua ex ragazza insegnava nello stesso istituto, prima che facesse perdere le sue tracce, sparendo nel nulla. Ennio non cerca quindi un lavoro ma vuole entrare nell'organico dell'istituto per riuscire a raccogliere il più alto numero di informazioni per scoprire dove Elisa fosse finita. Ecco il vero motivo del suo viaggio: Elisa era sparita e lui voleva assolutamente ritrovarla. Una volta ottenuto il posto, Ennio, si ritrova ad interagire con i vari personaggi che, come lui, insegnano la loro lingua madre a studenti giapponesi, sparsi nel paese, attraverso uno schermo ed un microfono. Ricoprirà il posto che fino a poco tempo prima era proprio quello della sua ex ragazza.  Theresa e Gerald, prenderanno parte nella sua vita creando una sorta di peculiare amicizia con entrambi. Durante le sue ricerche, molti insegnanti della scuola, inizieranno a "sparire" senza lasciare traccia, con il risultato di una sospetta mancanza di preoccupazione da parte della scuola stessa. Ennio comincerà a mentire ai genitori di Elisa, ansiosi di avere notizie della figlia, alla polizia, sulle sue tracce e anche ai suoi nuovi "amici" non fidandosi completamente di loro. Sullo sfondo un Giappone che l'autore sembra conoscere molto bene. Siamo in un periodo passato non molto lontano il 2011, dove un violento terremoto e lo tsunami scaturitone, portano devastazioni e disperazione in tutto il paese, senza contare la minaccia delle radiazioni a seguito del danno causato alla centrale nucleare di Fukushima. Questo e' il periodo storico che l'autore ha utilizzato per ambientare la sua storia, portando alla luce la vera natura dei suoi protagonisti. Molte occasioni si presenteranno sulla loro strada, situazioni apparentemente casuali che li porteranno sul loro vero cammino, rendendo giustizia ad un destino gia' segnato per ognuno di loro.
Ho apprezzato molto la scrittura di Fabio Viola, pulita e scorrevole. I suoi "attori" hanno trovato un giusto equilibrio all'interno della storia, portando il lettore a riconoscersi in molti dei loro comportamenti rendendoli reali e mai esagerati, come spesso accade. L'atmosfera creata, ci porta tutti in Giappone, rendendoci curiosi di poterlo scoprire piu' a fondo. Spero che presto Viola possa regalarci altre storie cosi' ben scritte come quella di cui vi ho appena parlato.
Un romanzo dolce-amaro che porta a riflettere su noi stessi e sulle persone che vorremmo diventare, sul nostro impegno nel ritardare il confronto con le nostre paure, impedendoci di essere completamente felici, accontentandoci di un fittizio e precario stato di benessere.

Titolo: "SPARIRE"
Uscita: 17 aprile 2013
Autore: Fabio Viola
Editore: Marsilio
Collana: Romanzi e Racconti
Pagine: 283
Prezzo:  amazon.it/inmondadori.it €14,88 (rilegato), lafeltrinelli.it €14,87 (rilegato) e in versione e-book a €11,99

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...