mercoledì 12 marzo 2014

Il mercoledì del libro sconosciuto

Da oggi, mercoledì 12 marzo, ho intenzione di iniziare una nuova mini rubrica che servirà a raccontarvi il risultato dei miei continui pellegrinaggi nelle varie librerie (anche online). Ogni mercoledì quindi vi segnalerò un libro che ancora non ho letto ma che ha attirato la mia attenzione per chissà quale motivo e vi presenterò la trama così come scritta sul libro o sul sito dell'editore stesso. Non farò altro che ricopiare la sinossi, risparmiandovi il tempo nella scelta del vostro prossimo romanzo da leggere! 
Ho deciso di iniziare questo piccolo appuntamento in modo da fornirvi sempre più spunti per le vostre letture, senza dover attendere che finisca un libro per potervene parlare. Ovviamente non ci sarà un commento personalizzato ma la decisione di accettare il consiglio spetterà solo a voi.  Cercherò di spaziare tra i vari generi, compresi libri che normalmente non leggerei o, per essere più diplomatici, non farebbero parte di una mia prima scelta. Non si tratterà solo di libri freschi di stampa ma inserirò un po' di tutto. 
Mi piacerebbe poter segnalare libri di autori che, anche se conosciuti ai più, non ho mai avuto il piacere di leggere ancora. Magari mi potrete aiutare voi con i vostri consigli, lasciandomi i commenti sotto. 

Di cosa vi vorrei parlare oggi? Inizio proprio con un autore che mi ha sempre incuriosito ma del quale non ho mai comprato un suo libro: Andrea Vitali. In libreria ora con il suo ultimo libro. Magari inizierò proprio con questo? Che dite? Può essere un buon inizio? 

Titolo: "PREMIATA DITTA SORELLE FICCADENTI"
Autore: Andrea Vitali
Editore: Rizzoli
Pagine: 448
Prezzo: LaFeltrinelli in versione cartacea con copertina rigida €15,72; amazon, inMondadori €15,73. Amazon, inMondadori, LaFeltrinelli in versione ebook €9,99

SINOSSI parola per parola, direttamente dal sito dell'editore...

Bellano 1915. In una sera di fine novembre una fedele parrocchiana, la Stampina, si presenta in canonica: ha urgente bisogno di parlare con il prevosto, che in paese risolve anche le questioni di cuore. Suo figlio Geremia, docile ragazzone che in trentadue anni non ha mai dato un problema, sembra ave perso la testa. Ha conosciuto una donna, dice, e se non potrà sposarla si butterà nel lago. L'oggetto del suo desiderio è Giovenca Ficcadenti, di cui niente si sa eccetto che è bellissima - troppo bella per uno come lui - e che insieme alla sorella Zemia sta per inaugurare una merceria. Il che basta, nella piccola comunità, a suscitare un putiferio di chiacchiere e sopsetti.
Perché la loro ditta può dirsi "premiata"? Da chi? E quali traffici nascondono i viaggi che la Giovenca compie ogni giovedì? Soprattutto, come si può impedire al Geremia di finire vittima di qualche inganno? Indagare sulle sorelle sarà compito del prevosto, per restituire alla Stampina un figlio "normale". Facile a dirlo. Non così facile muoversi con discrezione laddove sembrano esserci mille occhi e antenne... Cos'è n paese se non un caleidoscopio di storie, un'orchestra di uomini e donne che raccontando la vita la reinventano senza sosta, arricchendola di nuovi particolari? Con micidiale ironia, Vitali dà voce a questo coro - una sinfonia di furbizie e segreti, invidie e pettegolezzi - che mostra una faccia sempre diversa della verità, e un attimo dopo la nasconde ad arte. Un romanzo che è come le chiacchiere di paese: quando inizia non si può più fermare. 

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...