giovedì 24 aprile 2014

IL SEGNALIBRO

Ultimamente ho messo il mio e-reader leggermente da parte. Continuo ad amare le sue performance e la lettura mi risulta più rapida e scorrevole, forse sarà solo una mia impressione, ma il piccolo dispositivo che non stanca la vista è ancora un elemento importante.

Detto questo, forse per un puro caso, nell'ultimo mese ho letto più libri in versione cartacea che in versione elettronica. Avendo non sempre a disposizione delle edizioni con "sovraccoperta" molte volte diventa difficile tenere il segno, si può fare una piega alla pagina, ma per uno come me non è la soluzione migliore. Leggendo molti libri, a volte anche due o tre contemporaneamente ( capita raramente, ma può succedere ) il mitico segnalibro entra in azione a svolgere una funzione importantissima. Nel corso degli anni ne ho comprati molti, di colori diversi, di forme diverse, a buon prezzo ma anche di un discreto valore, segnalibri regalati o magari provenienti da lontani luoghi visitati per vacanza, insomma, di tutto un pò.

Qui sorge la domanda: com'è possibile allora che non ne riesca a trovare uno? Dove sono finiti? Sono sullo stesso pianeta lontano, quasi irraggiungibile, dove solitamente si rifugiano i calzini?
Una cosa è certa, in lavatrice non sono finiti. Questo è poco ma sicuro, ma allora che fine hanno fatto? Ho sprecato un'ora a sfogliare velocemente gli utlimi libri letti dalla mia libreria, niente, ricerche inutili. Capita anche a voi o è una (S)fortuna che capita solo al sottoscritto?

Al momento i miei preferiti sono quelli che vendono in Feltrinelli. Colorati, pieni di citazioni più o meno serie, poco pretenziosi e discreti. Fosse per me li prenderei tutti anche solo per collezionarli ma poi... come vi ho appena detto... andrebbero inevitabilmente persi, un vero spreco!

Voi? Quali sono le vostre abitudini a riguardo? Li usate o preferite qualsiasi altra cosa tipo, che ne sò, biglietti del treno, l'abbonamento della metro, foglie secche, una ciocca dei vostri capelli ( no,beh, questo è un pochino estremo ), insomma... come fate a segnare la pagina alla quale siete arivati? 
Ricordo che quando ero piccolo, molti libri erano già provvisti di quel sottile nastro di stoffa, utilissimo per lo scopo ma... capisco che oggigiorno sarebbe visto come qualcosa di non "appropriato" e più relativo a libri di stampa religiosa tipo la Bibbia. 


1 commento:

Axelle Bruci ha detto...

Spesso e volentieri i miei segnalibro sono tristissimi: biglietti del treno o carte d'imbarco.....

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...