sabato 9 agosto 2014

Traslocato! Eccomi a Roma, città di storia e... librerie!

Buongiorno a tutti voi, miei lettori. Spero che l'estate vi trovi in ottima forma e mi auguro che questo agosto vi stia risarcendo dell'acqua scesa nel mese scorso, ovunque voi vi troviate. 
Io ho terminato il mio assestamento a Roma, inizia un nuovo capitolo. Eccomi in una città che conosco ma nella quale non avevo mai vissuto prima. Elettrizzante è il termine giusto per descrivere questo inizio. Stimolante è invece la seconda parola che mi salta alla mente, essendo in un quartiere molto frequentato della zona centrale, in pochi minuti a piedi riesco ad avere il privilegio di essere il testimone di tanto via vai di anime. 
Tra i miei quotidiani giretti per il centro, in una disperata ricerca di capire la dinamica stradale sotto un sole cocente, mi sono ritrovato alla Feltrinelli di Largo di Torre Argentina: wow! Quante cose vi ho trovato? Prima di tutto la disposizione dei libri, le categorie nelle quali vengono suddivisi, la quantità e la qualità di materiale al suo interno, mi hanno obbligato un immediato paragone con quella di Milano (Piazza Duomo), città dalla quale provengo. Risultato? Beh, il paragone non esiste; il personale molto più gentile e disponibile, per non parlare della facilità dello sguardo in quel mare di titoli grazie all'ordine che regna nel negozio. Inoltre sono equipaggiati di un piacevole e pulito bar al primo piano, dove avrete la possibilità si gustarvi qualcosina o anche solo bere un caffè e iniziare le vostre nuove letture appena comprate. Roma 1- Milano 0. 
Se non fosse che l'essere entrato in un appartamento comporti ingenti spese iniziali ( ma quante cose servono quotidianamente?), beh, vi avrei speso moltissimi soldi. Ottimi spunti per prossimi acquisti. Non dispero e cercherò di tenere da parte qualche soldino in più da inserire nel mio badget mensile dedicato ai libri.
Inutile dire che anche le librerie indipendenti qui a Roma esercitano nel sottoscritto un grande fascino. Sarà il contesto in cui sono inserite, sarà lo spirito della città ma qui, diventano come luoghi dove poter entrare e chiacchierare liberamente con le persone che le gestiscono. Più di una volta, mentre osservavo le vetrine intento a vedere i titoli esposti in vetrina, sono stato invitato ad entrare senza dover necessariamente dover comprare. 
La libreria Altroquando (@altrolibpub), in via del Governo Vecchio, ha esposto in vetrina un piccolo foglio dove, in modo molto originale, invita il passante ad entrare e a concedersi una pausa tra i suoi scaffali. Ottima disposizione dei libri, in uno spazio piccolo ma sfruttato benissimo, divisione in case editrici ma anche secondo l'argomento trattato. Personale disponibile e gentile, disponibilità anche di fare una tessera per accumulare la possibilità di ricevere sconti. Qui, tre giorni fa, ho effettuato il mio primo acquisto di libri nella capitale: "Città di carta" di John Green. Ho notato che organizzano anche degli eventi e quindi appena riapriranno a fine agosto cercherò di interessarmi. 
Quindi se vi doveste trovare a Roma, cari amici lettori, vi consiglio di fare una visitina a questi due luoghi che vi ho appena nominato. 
Siccome ho intenzione di girare il centro in maniera ossessiva vi terrò informati sulle librerie che più colpiranno il mio interesse, piccole o grandi che siano. 



1 commento:

Tatihyana ha detto...

Roma è bellissima! Abito a una mezz'oretta di macchina, e ogni che volta che ne ho la possibilità ci vado. Ti troverai benissimo!
P.S. Ti ho premiata nel The Very Inspiring Blogger Award, se vuoi passare basta che clicchi QUI

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...