lunedì 2 marzo 2015

"The minimalists" una vita piena di cose

Titolo: "Minimalism" live a meaningful life
Autore: Joshua Fields Millburn e Ryan Nicodemus
Editore: Asymmetrical Press
Pagine: 138
Lingua: Inglese
Prezzo: Mondadori Store in versione cartacea a €10,03 o €8,44 mentre in versione ebook a €6,27/ Amazon in versione cartacea a €9,35 e in versione ebook a €5,19 / LaFeltrinelli in versione ebook a €6,27

Qualche giorno fa vi avevo parlato di un libro di gran successo riguardo al potere del riordino. Una forza potente che, se esercitata, ci permetterà di avere una vita più libera e meno basata sull'attaccamento agli oggetti.
Come mai tutto questo successo a livello mondiale? Beh, la risposta non può essere altro che una richiesta di aiuto dell'uomo moderno, troppo impegnato ad accumulare lasciandosi passare il proprio presente davanti agli occhi senza nemmeno accorgersene. Altrimenti perchè così tante persone avrebbero comprato il libro? Risposte, ecco cosa vogliamo, tante risposte a tutti i nostri problemi. Semplificare la nostra vita, questo vogliamo.
Non saprei dirvi se questo sia un trend che finirà presto, dubito, ma quello che ho notato è che già da molto se ne sta parlando, specialmente negli USA. Ho iniziato ad interessarmi a tutto questo quando un giorno ho sentito parlare di "tiny houses". Case di dimensioni molto ridotte, solitamente trasportabili, avete capito bene, su ruote, ridotte all'osso arrivando a toccare la perfezione dell'essenzialità. Vivere con solo ciò di cui si ha bisogno, niente di più e niente di meno.
Un giorno stavo ascoltando in macchina dei podcast di alcuni TED talks ( ideas worth spreading ) che avevano attirato la mia attenzione. Visto che mi capitava di passare molte ore in auto in quel periodo, mi preparavo la mia bella playlist per affrontare il viaggio, impegnandolo con dell'ottimo e utile ascolto. Amy Hanion era la persona che spiegava come il movimento delle piccole case fosse in avanzata e quali erano i vantaggi di tanta "austerità" casalinga. Ha spiegato in pochi minuti un'idea di vita che, inizialmente, potrebbe essere ridicola per quanto assurda ma, nell'addentrarsi nei dettagli riusciva ad acquisire un senso logico col quale mi sono trovato subito d'accordo.
Da quel momento ho iniziato ad interessarmi sul quel "movimento" come stile, e ho scoperto moltissime altre cose interessanti. La grandezza di internet è proprio questo, permette con pochi click di arrivare ovunque e scoprire cosa succede nel mondo. Sempre sullo stesso tema ho trovato anche questo video di Angela Horn che ho trovato molto interessante, ora la seguo anche su Twitter. La lista potrebbe continuare all'infinito...
Per farla breve mi sono imbattuto in due personaggi che hanno un sito che si chiama "The Minimalists" e che vi invito a visitare di tanto in tanto. Una storia come poche se ne sentono, hanno iniziato qualche tempo fa a scrivere i loro pensieri all'interno del blog e da 40 contatti sono arrivati a raggiungere 4 milioni di lettori. Non è incredible?
Joshua e Ryan avevano un'ottimo lavoro ed un compenso mensile molto alto, vivevano una vita agiata e non si facevano mancare nulla. Amici da una vita si sono ritrovati a scambiarsi pensieri che mostravano quanto fossero infelici pur vivendo il sogno americano, che tanti, invece, avrebbero invidiato.
Hanno iniziato a liberarsi di ciò che li teneva prigionieri, come debiti derivati dall'acquisto sfrenato grazie ad una busta paga a sei cifre, praticamente spendevano più di quello che guadagnavano. Come dicono loro nessun debito è un buon debito...
Hanno voluto migliorarsi e hanno deciso di cambiare, hanno aperto il blog e... boom! Il loro stile di vita ha raccolto consensi da ogni parte del pianeta e non solo. Sono apparsi come ospiti in molti programmi televisivi, vi lascio qui e qui i link ai video relativi. Ma come avranno fatto a rinunciare a tutto ciò che una società orientata verso il consumismo, come la nostra, ci invoglia a possedere e ad accumulare con unico scopo finale la felicità?
Insomma ragazzi, scrivendo questo post non volevo rivelarvi nulla di particolare, non sono diventato un minimalista anch'io ma mi ha fatto molto riflettere sull'importanza di certe cose. Diciamo che sto cercando di mettere in pratica questi consigli pian piano, senza incastrarmi in nulla di drastico. 
Spero solo che lo possiate trovare di vostro interesse, guardate i video che ho linkato a molte parole e leggete il libro. Ovviamente aspetto i vostri commenti! 



2 commenti:

Axelle Bruci ha detto...

Molto interessante, andrò a curiosare i link che hai lasciato!
E grazie per il tag su twitter!

Simone ha detto...

Vedrai che troverai i video... illuminanti! ;-) un argomento veramente interessante!

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...