lunedì 22 febbraio 2016

Risparmiare? Ecco il metodo giusto per farlo, dal Giappone: Kakebo!

Titolo: "Kakebo", il libro dei conti di casa
Inventrice: Motoko Hani
Traduttore: Irene Marfori
Editore: Vallardi
Pagine: 192
Prezzo: Mondadori Store, LaFeltrinelli a €10,96 mentre su Amazon a €10,97

Non ricordo esattamente quando ma, di recente, vi ho accennato qualcosa riguardo a un libricino edito da Vallardi con il magico potere di aiutarci con i nostri conti di casa. Scettico, inizialmente, ho iniziato ad utilizzarlo, seguendo le istruzioni passo per passo e, già dopo il primo mese, mi sono dovuto ricredere. Insomma, ne sono rimasto affascinato. Il mio stupore è legato alla semplicità di come, questo sistema, sia stato concepito. Il Giappone è un luogo che amo, un paese che, a mio modesto parere, è il vero tesimone del futuro che avanza, ma allo stesso tempo penso che la sua linearità e semplicità facciano parte di quella organizzazione che noi popoli occidentali non abbiamo ancora raggiunto, ma che tanto sognamo. 

Motoko Hani, una donna vissuta tra la fine del 1800 e la prima metà del 1900, è riuscita a capire come riuscire a raggiungere i propri obiettivi attraverso due importanti strumenti: organizzazione e costanza.
Partendo dalla sua vita si può capire molto di questa donna. Prima giornalista Giapponese e fondatrice della prima rivista femminile, tutt'oggi pubblicata. Nel 1904, poco dopo aver fondato la sua rivista, ha introdotto il primo Kakebo della storia.
Un successo incredibile che non conosce, tra i suoi fruitori, sesso o ceto sociale, età o professione insomma, un metodo che funziona.

Ho fatto qualche ricerca sul web e, con mio grande stupore, la quantità di materiale e il numero di persone che utilizzano questo metodo ha superato le mie aspettative, questo significa che ero uno dei pochi a non conoscerlo. 
Beh, la Vallardi, che tra i suoi autori ha anche Marie Kondo con il suo "Il magico potere del riordino", con questa pubblicazione, fornisce al pubblico italiano uno strumento valido per controllare le proprie spese e pensare a risparmiare qualcosina in più. 
Prima di parlarvene ho voluto testare io stesso il metodo nipponico, scoprendo risultati incredibili. Pensate che sono una persoan che fatica a tener traccia delle proprie spese e poco incline a tenere fede alle mie promesse di risparmio. Con il Kakebo ho realizzato che un pochino di organizzazione in più facilita qualsiasi risultato.

Ma vediamo assieme come funziona, in cosa consiste? 
All'inizio di ogni mese, vi sono delle tabelle da compilare con le vostre entrate, come può essere il vostro stipendio o soldi che ricevete da parenti, e le vostre spese fisse, un esempio può essere l'affitto o il mutuo oppure internet e così via... 
Fatto questo, troverete un'altra tabella dove vi verrà chiesto quanto avete intenzione di risparmiare. Di seguito, il Kakebo, vi dirà di sommare la quantità di denaro che vorreste risparmiare per quel mese con le spese fisse. Dopodiché dovrete togliere il totale ricavato da questa addizione dalle vostre entrate. Il risultato di queste operazioni sarà la somma che avrete a vostra disposizione da spendere. 
Credetemi, con il libro in mano tutto sarà molto più semplice da capire, la mia spiegazione potrebbe sembrare confusa e complicata visto che non sono un esperto in matematica.

Diviso in settimane e giorno per giorno, avrete la possibilità di annotare tutte le spese, anche le più piccole, in modo da avere un quadro reale di quanto e come state spendendo i vostri soldi. 
Inizialmente risulta difficile tenere tutte le ricevute, quindi meglio portare il Kakebo con sé per i primi periodi, direi il primo mese. 

Non è finita qui, questo è solo un'introduzione a come utilizzarlo, al suo interno troverete tantissimi consigli su come far aumentare i vostri risparmi. Qui è il caso di dirlo: provare per credere! Superconsigliato! 


2 commenti:

Axelle Bruci ha detto...

A Natale mi è stato regalato "Il libro delle spese di casa" che altro non è che una specie di agenda dove annotare le spese fisse, i soldi che entrano ed escono...questo libro però mi sembra molto più utile e funzionale....da prendere!

CrazyAboutFiction ha detto...

Si Axelle, credimi. Molto ben suddiviso e ben organizzato. MOltissimi piccoli consigli su come controllare le proprie spese e avere un quadro reale... Io sono riuscito a risparmiare 150 euro in più del previsto già dal primo mese...

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...