sabato 13 maggio 2017

Un viaggio per scoprire se stessi e la felicità: "I colori dopo il bianco" di Nicola Lecca


Titolo: I colori dopo il bianco

Autore: Nicola Lecca
Editore: Mondadori
Collana: Scrittori italiani e stranieri
Pagine: 192
Prezzo: Amazon in versione ebook a €9,99 mentre in versione cartacea a €15,30

Cari i miei lettori, oggi vi parlo di un romanzo che ho letto con molta passione. Essendo un fan dello scrittore in questione, il mio approccio alla lettura è stato decisamente carico di aspettative.
Non che voglia mettere alla prova le doti narrative di Nicola Lecca, non sia mai, ma conoscendone la bravura, ero sicuro che avrei letto un bel romanzo e così è stato. 
foto scattata da Jed Smith Italywise.com
Avrei dovuto scrivere questo post circa due mesi fa o forse di più ma, per mia fortuna, sono rientrato da una lunga vacanza, nella quale ho preso la decisione di staccarmi completamente da internet, preferendo una piena esperienza di viaggio. Ogni tanto ci vuole.
Mentre ero via ho letto parecchio, ho portato con me il mio Kindle e alcuni libri cartacei. Non ho letto tutto quello che avevo in mente di leggere, per i motivi sopra esposti, ma posso dire di essermi dato da fare. Magari in un altro post vi parlerò delle bellissime librerie che ho trovato a Città del Messico, luogo vibrante e pieno di sorprese, che ne dite?

Al mio rientro, poi,  il lavoro mi ha assorbito e ho dovuto quasi "dimenticarmi" del blog. Insomma ragazzi, le solite scuse. Sono sicuro di riuscire a recuperare il tempo perduto con questo post dedicato al romanzo "I colori dopo il bianco" edito da Mondadori. La mia esperienza con questo romanzo è stata più che positiva e poi si è conclusa in modo speciale. Ho avuto la fortuna di aver partecipato ad un incontro con l'autore Nicola Lecca, tenutosi alla boutique Montblanc a Venezia. Ho portato a casa un bel ricordo, il libro con dedica (grazie Nicola) e delle belle foto che ho deciso di utilizzare come contorno alla mia recensione.

Finalmente, ho potuto conoscere di persona questo bravo e giovane scrittore italiano che in passato, con la sua capacità narrativa, mi ha regalato ore di intrattenimento attraverso la lettura dei suoi libri.


In questa speciale occasione, si è rivelato gentile e disponibile a condividere la sua esperienza di scrittura con i suoi lettori, in un simpatico aperitivo letterario.

Nella prima foto in alto, sotto le copie del libro, si intravedono i fogli, tutti scritti a mano, dove il romanzo ha preso vita. Per ovvie ragioni risulteranno leggermente sfuocate per non mostrare ciò che è scritto, essendo solo bozze. Nicola Lecca è stato così altruista da mostrarcele ma preferisco leggiate il libro e non le bozze.

Un romanzo che ha preso vita nei bar d'Europa, scritto seduto ai bar nelle piazze di alcune delle città più belle, tra cui, ovviamente, Venezia. Un vero lavoro letterario, nulla è stato vittima della fretta. Come ci ha detto l'autore stesso, ci sono voluti quattro anni per scriverlo e poi mandarlo alle stampe. Insomma, la bella scrittura richiede tempo e poca approssimazione. 

Ma addentriamoci nel libro. Silke è la protagonista, figlia di una delle famiglie più ricche ed importanti di Innsbruck. La sua vita è perfetta, tutto è programmato e nulla viene lasciato in mano al destino. L'incanto si spezza quando un giorno diventa vittima innocente di un avvenimento che causerà imbarazzo alla sua famiglia e, per evitare ulteriori danni, verrà allontanata da casa. Una specie di esilio deciso dal padre e senza discussioni. 

Silke però non ci sta, decide di andarsene e parte per Marsiglia. Si ribella, prende in mano il proprio destino o, per lo meno, ci prova. Una fuga verso quell'altrove alla ricerca della libertà, stufa di tutta quella finta apparenza. 

La città costiera francese si presenta una città disordinata quanto seducente, dai mille colori e altrettanti profumi. 
L'impatto con la sua nuova vita viene percepito come secchiate d'acqua gelida in faccia. Silke viene travolta dalla frenesia e dalla vitalità degli abitanti di quel luogo, forse troppo eccessivi, ma senza dubbio affascinanti. Qui incontrerà amicizie come mai aveva avuto prima, persone pronte ad aiutarsi l'uno con l'altra, senza chiedere nulla in cambio. 
Premetto subito che vi innamorerete e vi riconoscerete, almeno un po', in Silke. Lei, come tutti, scopre che ciò che possiede non rispecchia i suoi desideri, un concetto già sentito ma molto importante che non bisognerebbe mai sottovalutare. Avere tutto non significa essere felici. Infatti la felicità va ricercata nel mondo, attraverso gli altri e quelle infinite possibilità che la vita ci offre, senza pregiudizi e senza aspettative, mostrandoci per ciò che siamo veramente.

Marsiglia si rivela una sana terapia d'urto. Qui capisce il valore della vita e dove nessuno giudica l'altro perché tutti commettiamo errori e nessuno è esonerato dalla possibilità di farne.  


E' difficile essere costretti a mollare tutto ciò che si ha e che si conosce, per quanto distruttivo sia, per l'ignoto. I dubbi e le domande sono innumerevoli e i pericoli sembrano piovere dal cielo. Ma l'importante è salire sulla giostra della vita e lasciarsi trasportare perché quello sarà il momento in cui la felicità verrà a bussare alla nostra porta.

Rinascere penso sia il modo migliore per descrivere ciò che accade a Silke, la protagonista del nuovo romanzo di questo autore pieno di talento. Un romanzo di crescita e di formazione ma anche strumento di invito alla tolleranza.
Ho cercato di non fare spoiler e ho tralasciato moltissimo del romanzo per non rovinarvi il piacere alla lettura. L'importante è che sappiate che vi è molto di più di quello che vi ho descritto qui sopra. Una lettura che merita e, senza dubbio, una delle più belle di questo 2017. 




Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...